Criptovalute: crisi o boom?

Criptovalute: crisi o boom?

Mentre le monete virtuali vedono il loro intrinseco valore diminuire, una buona fetta di chi lavora attorno a loro vede i propri guadagni salire vertiginosamente.

Dopo aver toccato vette inimmaginabili, il tonfo per le criptovalute è stato inevitabile. Eppure ormai, dietro alla moneta virtuale, c’è una realtà solida che continua a fatturare utili.

Il bitcoin, la moneta più celebre, dopo il boom di inizio anno, è scesa sempre più, toccando ad ogni nuovo affondo, i propri minimi storici, chi però con i bitcoin ci lavora, ossia gli exchange, coloro che mettono a disposizione piattaforme per effettuare scambi di criptovalute, stanno facendo affari d’oro.

L’ultima analisi

L’esame della situazione attuale, a cura di Sanford C. Bernstein  & Co. , è stato reso pubblico attraverso il rapporto dal titolo: “Crypto Trading – The next big thing is here?

Quattro miliardi di dollari di utili per gli exchange contro 1,8 miliardi dello scorso anno. Commerciare in criptovalute si è rivelata una manna non tanto per chi acquista, anche se c’è chi si è arricchito in determinati periodi, quanto per chi gli permette di farlo.

L’interesse verso questo nuovo settore, ad ogni modo, non si è lasciato condizionare dalle notizie negative.

L’altra faccia della medaglia

Se Coinbase, borsa americana sostenuta da banche (tradizionali), borsa e imprese, viene attualmente indicata come indiscussa dominatrice del mercato, di contro un’altra componente importante del commercio di criptovalute non se la passa bene: le schede grafiche necessarie per l’attività di mining di criptovalute, Gpu, giacciono infatti invendute.

Secondo la visione degli analisti di Sanford C. Bernstein  & Co., chi vorrebbe le criptovalute avviate verso un’inesorabile fine esagera di certo. L’acquisto e la vendita di valute digitali, inclusi i Bitcoin, ha generato 1,8 miliardi di dollari in tasse derivanti dalle commissioni di transazione. Solamente il business azionario globale ha superato gli introiti delle criptovalute.

La finanza tradizionale difficilmente virerà verso il commercio della moneta virtuale nel prossimo futuro, a causa delle preoccupazioni sulla legislazione in materia e sul possibile riciclaggio di denaro sporco, ma non nega il suo appoggio “esterno”.

Gli esperti legali dello Studio legale Boccadutri assistono coloro che vogliono affacciarsi nel mondo delle criptovalute, ma anche coloro che hanno subito truffe o che si sono imbattuti in situazioni poco chiare. Non esitate a contattarci qui.

Related Posts

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.